21 marzo 2014

Acqua per la Terra

Il 22 marzo il Consiglio Internazionale delle Tredici Grandmothers Indigene terrà una benedizione mondiale dell'acqua, attraverso un rituale che stanno divulgando in tutto il mondo: viene chiesto alle donne di riunirsi e di benedire l'acqua del loro paese.


Creiamo cerchi di benedizione, per la nostra Sacra Acqua, da sole o con un gruppo di sorelle benediciamo l'acqua del nostro paese .
Come mezzo di sorellanza, maternità e femminilità, unitevi al Consiglio Internazionale dei Tredici Nonne Indigene con le vostre forti e belle preghiere, il consiglio si terrà in tutto il mondo per la guarigione delle nostre acque, la nostra Madre Terra e l'umanità.
Ringraziamo tutti coloro che si uniscono e come noi pregano per la vita dell' acqua e per le generazioni future.

~ Preparate una ciotola di acqua pulita o state accanto a un corso d'acqua. 
~ Pregate per l'acqua e formulate le vostre scuse (per l'inquinamento e la mancanza di rispetto). Quindi offrite preghiere di amore, gratitudine e rispetto.
~ Tenete entrambe le mani verso l'acqua. Tramite le mani e dal vostro cuore sarà proiettata la vostra energia nell'acqua (chiudete gli occhi durante questo passaggio).
~ Pregate che le vibrazioni, che ora riempiono l'acqua si diffondano per le acque di tutta la nostra Madre Terra.
~ Si possono anche aggiungere le tue preghiera per l'acqua, la meditazione, il canto, la musica, canti, balli, e così via mantenendo lo stesso scopo.
~ Ogni persona può portare una bottiglia della propria acqua potabile e quando la cerimonia sarà terminata, ognuno verserà un po 'd'acqua potabile sulle sue mani, con un pensiero d'amore, cospargete l'acqua lontano da voi (come se stesse seminando), quindi bevete l'acqua, con un sentimento di gratitudine.



“Siamo profondamente preoccupate per la distruzione senza precedenti della nostra Madre Terra e la distruzione dei modi di vita indigeni. Crediamo che gli insegnamenti dei nostri antenati illuminerà la nostra strada attraverso un futuro incerto. Cerchiamo di promuovere la nostra visione attraverso la realizzazione di progetti che proteggono le nostre diverse culture: terre, medicine, linguaggio e i le cerimonie sacre, e attraverso progetti che educhino e nutrano i nostri figli.”


"Nulla accade nel mio paese senza consultare le donne.I nostri saggi, i nostri anziani, sono come le biblioteche. Ci consultiamo ogni volta che abbiamo bisogno di prendere grandi decisioni."

4 commenti:

  1. Bellissimo!
    Nel mio piccolo mi unirò a questo rito.
    E mi viene da dire una cosa, anzi da urlarla... W LE DONNE!!!!
    Un abbraccio
    Francesca
    P.S. Betta sta benissimo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... me gioiosa! buone panificazioni!!

      Elimina
  2. Elisabetta devo davvero porgerti la stima per il tuo lavoro.
    E' bellissimo quello che fai e il modo in cui lo trasmetti.
    Parteciperò anch'io alla benedizione dall'acqua, qui dal mio piccolo angolino di Salento :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oh tesoro ma grazie! un abbraccio di luce fin al tuo meraviglioso salento!

      Elimina